La colazione rappresenta il primo pasto della giornata dopo il digiuno notturno, ed è necessaria per darci la giusta energia per cominciare la giornata.

L’importanza della colazione è una cosa spesso sottovalutata in primis dai grandi e tra i bambini in età scolare, non è raro che questo pasto venga saltato. Pasto è la parola adeguata, perché la giornata alimentare dei ragazzi deve essere suddivisa in 3 pasti principali e due spuntini. Purtroppo troppo spesso, un po’ perchè non si ha fame,  perché in famiglia non vi è l’abitudine a fare colazione o ancora perché si va sempre di corsa e per molte altre ragioni spesso la colazione viene saltata e sostituta con lo spuntino di metà mattina a scuola. Ma non è la stessa cosa!

Diversi studi ci confermano che chi salta la prima colazione è maggiormente predisposto al sovrappeso (ovviamente i fattori coinvolti sono anche altri). Spesso il saltare la prima colazione comporta un’alterata e inadeguata ridistribuzione della quota energetica durante tutto l’arco della giornata.

Ma allora cosa fare?

Prima di tutto occorre prendersi il tempo la mattina per la prima colazione, e quindi la sveglia deve tenere conto anche di questo pasto, ma sopratutto è necessario dare il buon esempio in famiglia!

La colazione, dove è possibile, deve essere varia ogni giorno, ma allo stesso tempo equilibrata dal punto di vista nutrizionale, scegliendo alimenti di qualità!

Quali sono i mattoni per una colazione completa?

La colazione deve contenere carboidrati, fibre, proteine, grassi, vitamine e Sali minerali.

Per queste ragioni può bastare un bicchiere di latte e via? No! Ma se lo accompagnamo con del pane con la marmellata e magari un frutto, allora sarà completa dal punto di vista nutrizionale! Questa non è la sola combinazione ma, che sia dolce o salata a seconda dei gusti personali, la cosa importante è che sia varia, equilibrata dal punto di vista dei nutrienti e sulla base delle singole esigenze del ragazzo.

Anche nella scelta dei mattoni della prima colazione preferite prodotti semplici e poco trasformati, ma soprattutto differenziarla quanto più possibile soprattutto per i ragazzi che hanno bisogno di cambiare più frequentemente.

Chi ben comincia è a metà dell’opera!

 

Benedetta Gagliardi

Biologa Nutrizionista

Puoi visitare la pagina della nostra nutrizionista e leggere altri articoli.
Clicca il pulsante in basso

 

Se vuoi essere sempre aggiornato sui prossimi incontri, unisciti alla Community e registra la tua email alla newsletter!