Mindfulness è “porre attenzione con intenzionalità, al momento presente, in modo non giudicante”.

 

È la definizione data da Kabat-Zinn, il biologo che ha sviluppato il protocollo, oggi noto come Mindfulness Based Stress Redaction (MBSR), per introdurre la meditazione di consapevolezza come intervento in contesti clinici.

Numerosi studi attestano l’efficacia della Mindfulness nella riduzione dello stress e nel raggiungimento di uno stato di benessere nel periodo della gravidanza e del post partum.

 La gravidanza e la nascita del bambino, infatti, sono momenti straordinari e densi di cambiamenti. Nella donna avvengono tante modificazioni fisiche che coinvolgono tutto il corpo, anche con oscillazioni ormonali.  Il cortisolo, definito “ormone dello stress”, per esempio, aumenta in maniera proporzionale al trascorrere della gravidanza. Questo porta a un incremento di sintomi di carattere ansioso, dolori acuti e cronici e conseguente infiammazione della zona pelvica, soprattutto negli ultimi mesi di gestazione. Inoltre, in gravidanza avvengono frequenti variazioni del tono dell’umore .

Non è facile affrontare tutti questi cambiamenti e può capitare che la mamma sperimenti stati depressivi in gravidanza e nel post-partum.

 La comunità scientifica e sociale si è molto interrogata su come supportare la donna in questo delicato momento della vita: molti studiosi hanno dimostrato che praticare la Mindfulness nel corso della gravidanza porta risultati positivi considerevoli.Nelle donne si evidenzia un miglioramento dell’umore, ben oltre il 20-25% (Vieten e Astin, 2008), una riduzione dell’ansia e dei sintomi depressivi, una diminuzione del dolore pelvico (Beddoe, 2009) e un minore stress nel periodo post-partum. Altre ricerche dimostrano che a 10 mesi di vita i bambini con mamme che hanno praticato la Mindfulness hanno una maggiore facilità di regolazione emotiva e affettiva (Van de Heuvel et al., 2015).

Praticare Mindfulness, quindi, facilita il raggiungimento e il mantenimento di uno stato di benessere sia nella mamma che nel bambino.

Lo consigliamo a tutte le donne per vivere al meglio un momento così importante come la gravidanza e la nascita.

Se vuoi saperne di più, scrivici su mimamasrls@gmail.com o compila il form in basso.
Potrai anche fissare un appuntamento con la nostra professionista, Miriam Incurvati, e sapere quando partirà il prossimo corso.

Compila il form!

3 + 10 =

Bibliografia
  • Beddoe, A. E., Paul Yang, C. P., Kennedy, H. P., Weiss, S. J., & Lee, K. A. (2009). The Effects of Mindfulness‐Based Yoga During Pregnancy on Maternal Psychological and Physical Distress. Journal of Obstetric, Gynecologic, & Neonatal Nursing, 38(3), 310-319.
  • Gavin, N. I., Gaynes, B. N., Lohr, K. N., Meltzer-Brody, S., Gartlehner, G., & Swinson, T. (2005). Perinatal depression: a systematic review of prevalence and incidence. Obstetrics & Gynecology, 106(5, Part 1), 1071-1083.
  • Van den Heuvel, M. I., Johannes, M. A., Henrichs, J., & Van den Bergh, B. R. H. (2015). Maternal mindfulness during pregnancy and infant socio-emotional development and temperament: The mediating role of maternal anxiety. Early human development, 91(2), 103-108.
  • Vieten, C., & Astin, J. (2008). Effects of a mindfulness-based intervention during pregnancy on prenatal stress and mood: results of a pilot study. Archives of women’s mental health, 11(1), 67-74.

Se vuoi essere sempre aggiornato sui prossimi incontri, unisciti alla Community e registra la tua email alla newsletter!